<

Blog: tra memoria e attualità

Non suscettibile di pubblicazione

Benito Mussolini
Arnoldo Mondadori

“Impubblicabile e non suscettibile di pubblicazione”. Così scriveva Enrico Piceni il 4 dicembre 1934 nella scheda di lettura per Mondadori de I clienti di Avrenos, di Georges Simenon. Pochi mesi prima, il 3 aprile di quell’anno, Mussolini aveva firmato una circolare diretta ai prefetti con cui ordinava a tutti gli editori di consegnare alla prefettura tre copie di qualsiasi pubblicazione avessero stampato. Fino a quel momento la censura libraria del regime era stata relativamente blanda, ostacolata da impedimenti di natura burocratica e diplomatica. Fu solo con la circolare del  1934 che subì un’accelerazione destinata a farsi sempre più feroce, determinando il progressivo controllo da parte della dittatura dei contenuti di tutta l’editoria nazionale. Alla ricostruzione di questo processo e alla lunga guerriglia tra il “Censore” e quella che era diventata la più importante e “moderna” casa editrice italiana,  è dedicato il libro di Giorgio Fabre Il censore e l’editore. Mussolini, i libri, Mondadori, appena pubblicato dalla Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori. Arnoldo impose con abilità sistemi innovativi per aggirare la nuova censura, in particolare la revisione delle traduzioni, talvolta emendate degli elementi più spiacevoli per il regime (per esempio, i suicidi) e affidate agli specialisti della casa editrice, tra i quali, oltre a Enrico Piceni, ricordiamo Luigi Rusca, Lavinia Mazzucchetti, Lorenzo Montano. Concludono il volume oltre 200 schede dettagliate su altrettanti libri e 170  autori di una casa editrice il cui “sistema culturale” mostrava un profilo internazionale (si pensi a scrittori come Remarque, Faulkner, Zweig, Mann, Steinbeck, Vittorini, Moravia, Simenon) talvolta indigeribile per il duce.

Related Posts

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Cliccando su Accetto acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi